Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator website Double Cut

Double Cut

23/09/22 21:00 - 23:59

Double Cut è un insolito quartetto formato da due sassofoni, un contrabbasso e una batteria più una serie di strumenti inusuali.
Il gruppo nasce dall’incontro tra Tino Tracanna e Massimiliano Milesi: accomunati dalla passione per i propri strumenti, i due escono dai rispettivi ruoli di “maestro” e “allievo” e si confrontano su strumenti e materiali d’epoca, facendo germogliare l’idea di un duo di sax, in concomitanza con l’anniversario della nascita di Adolphe Sax (duo che nel 2016 parteciperà al festival Bergamo Jazz, con il quale Tracanna collabora da anni in qualità di curatore della sezione “Scintille di Jazz”).
In seguito, la sperimentazione si sviluppa in un quartetto pianoless con l’aggiunta del bresciano Giulio Corini al contrabbasso e di Filippo Sala, esponente di punta della new wave jazzistica orobica insieme allo stesso Milesi, alla batteria. All’interno di questo organico viene ulteriormente sviluppato il materiale del duo con l’aggiunta di nuove composizioni. Il confronto generazionale fra Tracanna, già collaboratore di Franco D’Andrea e poi membro del quintetto di Paolo Fresu oltreché ideatore in proprio di numerosi gruppi e progetti, e gli altri componenti il gruppo fa da catalizzatore a diversi materiali, mondi e visioni, creando un nuovo luogo musicale, così come due “tagli” su un piano suggeriscono un nuovo spazio.

 

Double Cut ha all’attivo tre album: Double Cut del 2016 (U.T Records), Mappe del 2018 e il nuovissimo Dannate Danze; gli ultimi due editi da Parco della Musica Records. 

Tino Tracanna (sax tenore e soprano), Massimiliano Milesi (sax tenore), Giulio Corini (contrabbasso), Filippo Sala (batteria).

La rassegna jazz primaverile di Ponte S. Pietro, dopo la pausa del 2021, torna con un nome, “Ponte in Jazz”, e collocazione di calendario nuovi. Come nel 2020, la Direzione Artistica è del giornalista Roberto Valentino. Tre i concerti in programma, di cui saranno protagoniste altrettante formazioni costituite da musicisti affermati a livello nazionale e non solo. Tre modi diversi di intendere il jazz legati tra loro da un aspetto comune: la ricerca di un’identità personale nel rispetto delle radici di una musica considerata patrimonio universale dell’umanità. 

Centro polifunzionale UFO
Ponte San Pietro (BG)
035.6228611
Locandina
Link Link
Ingresso libero con prenotazione obbligatoria