Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator website Venezia e dintorni tra '800 e '900.
Mostra

Venezia e dintorni tra '800 e '900.

26/11/22 10:00 - 21/12/22 19:00

E’ l’occasione per vedere riunite una serie di dipinti che rappresentano Venezia e Chioggia, realizzati da artisti che hanno lavorato e visitato sia nell’ottocento che nel novecento la città lagunare.

La mostra è composta da 28 dipinti che descrivono la magia e il fascino della città che più di tutte ha attirato artisti da ogni parte del mondo.

Il visitatore avrà la possibilità di ammirare vedute di Piazza San Marco, della Riva degli Schiavoni, del Canal Grande, della Chiesa di San Giorgio e della Salute con la Punta della Dogana ed altri angoli caratteristici come nel dipinto di Luigi Steffani raffigurante Squero a Venezia olio su tela cm 45x60.

Tra gli artisti dell’ottocento rappresentati si ricordano: Luigi Querena (Venezia, 1827-1887) con il dipinto Venezia, S. Geremia e l’entrata a Cannaregio dal Canal Grande, olio su tela cm 58x80, Giuseppe Canella (Verona, 1788-Firenze, 1847) che è rappresentato con i dipinti del 1823 Riva degli Schiavoni: Palazzo Ducale e la Colonna di San Marco e Il Canal Grande verso la Chiesa della Salute e Paolo Sala (1859-1929) con due bellissime vedute eseguite con la tecnica dell’acquarello, fu per lungo tempo Presidente degli Acquarellisti Lombardi; Ermolao Paoletti (Venezia, 1834-1912) con Un aiutante volenteroso, Luigi Steffani (S. Gio. Bianco, Bg, 1828-Milano, 1898) di origine bergamasca ma che durante la sua carriera esporrà in tutte le più importanti mostre nazionali dove avrà numerosi riconoscimenti e Vincenzo Cabianca (Verona, 1827-Roma, 1902) con un suggestivo canale veneziano.

Tra gli esponenti di novecento, sono presenti con diverse opere: Ermenegildo Agazzi (Mapello, Bg, 1866-Bergamo, 1945) con le sue famose vedute di Venezia, tra cui Punta della Dogana del 1926, Angiolo Alebardi (Seriate, Bg, 1883-Bergamo, 1969) che ha fatto della città lagunare uno dei suoi soggetti più rappresentativi della sua pittura; tra le opere presenti in mostra si ricordano: Chiesa di S. Giorgio, Damine venete, Impressione di Venezia Riva degli Schiavoni 1932, Venezia, piazza San Marco e palazzo Ducale dalla laguna ed altre, per terminare con Arturo Tosi (Busto Arsizio, Va, 1871-Milano, 1956) con Venezia punta della dogana e un’opera di Trento Longaretti (Treviglio, Bg, 1916-Bergamo, 2017) direttore dell’Accademia Carrara per venticinque anni con Elegia di Venezia al tramonto, olio su tela cm 73x98.


Come in occasione delle precedenti esposizioni, tutte le opere esposte sono pubblicate in un catalogo edito dalla Galleria.



La mostra resterà aperta fino al 21 dicembre secondo i seguenti orari: da martedì a domenica 10/12,30 – 15,30/19,30, lunedì 15,30/19,30.





Studio d’Arte San Tomaso
Via Broseta, 2
Bergamo (BS)
035.222253
Locandina
Link
gratuito