Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator website Momento di raccoglimento in memoria dei venti bambini ebrei uccisi nel campo di Neuengamme

Momento di raccoglimento in memoria dei venti bambini ebrei uccisi nel campo di Neuengamme

27/01/23 12:20 - 13:00

Momento di raccoglimento in memoria dei venti bambini ebrei uccisi nel campo di Neuengamme, un atto di ricordo a cura dell’Istituto Comprensivo “Eugenio Donadoni”. 

La città di Bergamo e la sua provincia proseguono nel progetto dell’artista tedesco Gunter Deming, impegnato dal 1990 nella costruzione del più grande monumento diffuso d’Europa: le Pietre d’inciampo (Stolpersteine). Sanpietrini ricoperti da una lastra d’ottone cementati davanti alle case delle vittime del nazifascismo portano il nome e qualche informazione biografica di ciascuna vittima e simbolicamente la riportano a casa. Anche quest’anno il progetto è stato seguito dal tavolo voluto dal Comune di Bergamo che ha visto subito la partecipazione di Provincia di Bergamo, ANED, ANPI, ISREC, Museo delle storie, Associazione Italia-Israele. I nomi scelti continuano ad arricchire la memoria della deportazione con l’intreccio di esperienze diverse. La posa delle pietre nel 2022 ha sollecitato l’attenzione di altri comuni che si sono aggregati al progetto quest’anno: Brusaporto, Dalmine, Misano Gera d Adda, Villa di Serio, Schilpario. Il 15 gennaio Gunter Demnig ha posto le pietre a Ambivere.  In città come in provincia, le nuove generazioni sono le protagoniste delle cerimonie di posa. Il 27 di gennaio in città intervengono gli studenti di quattro scuole e una decina di classi, già al lavoro da novembre 2021 in laboratori di memoria attiva. In occasione di Bergamo Brescia Capitale Italiana della Cultura, grazie alla collaborazione tra le due Province, Isrec e Ccdc sarà disponibile una guida delle pietre poste nei due territori.

Una mappa delle pietre è consultabile su www.memoriaurbana.it. 



Palazzo Frizzoni
Piazza Giacomo Matteotti 27
Bergamo (BG)
Locandina
Link Link