Cookie Consent by Free Privacy Policy Generator website Giornata mondiale del teatro 2024
Arte e Cultura, Lifestyle

Giornata mondiale del teatro 2024

09/03/24 - 16/03/24

Due spettacoli teatrali a cura delle compagnie «Officina Culturale» di Chivasso e «QU.EM. quintelemento» di Cremona, in collaborazione con la UILT Lombardia - Unione Italiana Libero Teatro.

Centro Culturale Next, Palazzo Schinchinelli-Martini, via Cadolini 20.

Sabato 9 marzo e sabato 16 marzo, ore 21.


La Giornata Mondiale del Teatro è stata istituita nel 1961 su iniziativa del IX° congresso mondiale dell’Istituto Internazionale del Teatro, ente fondato nel 1948 dall’UNESCO. Da allora, il 27 marzo di ogni anno è diventato una data di riferimento per sensibilizzare l’opinione pubblica sul grande valore umano del teatro e per promuovere iniziative in tutto il mondo. In prossimità della Giornata, un’importante personalità del mondo del teatro o più in generale della cultura predispone il cosiddetto Messaggio internazionale, che viene diffuso a livello planetario; il primo venne stilato nel 1962 da Jean Cocteau.

Nell’ambito di tale ricorrenza, il Centro Culturale Next ospiterà due spettacoli: 

    • Il 9 marzo, alle ore 21, “GIÙ CON LA VITA” di Gianluca Vitale

E’ una commedia agrodolce, dove momenti di amara comicità si alternano a momenti di intensa drammaticità. Lo spettatore viene letteralmente strattonato emozionalmente con salti spazio-temporali legati ai ricordi dei cinque protagonisti, che, segnati dal dolore e da scelte sbagliate, hanno deciso di farla finita… ma fino a quando il confronto tra di loro li conduce alle soglie di un possibile domani.

    • Il 16 marzo, alle ore 21, “GLI ALTRI” di Francesca Rizzi, Danio Belloni e Paolo Ascagni.

E’ un dramma video-teatrale, quasi interamente gestuale, che vuol far riflettere sulla persistente vitalità delle tante forme di intolleranza e violenza che infestano la società umana, da quelle apparentemente ‘minime’ alle più tragiche. La trama si snoda lungo una successione di eventi che un uomo e una donna subiscono per il solo fatto di essere marchiati come ‘altri’; non hanno nessuna colpa, ma qualcuno ha deciso che non sono degni di poter vivere liberamente la loro vita, perchè sono diversi dai ‘valori’ dominanti.  

Centro Culturale Next
via Cadolini 20
Cremona (CR)
Link
in Lombardia E015